La presenza online oggi

Il maketing online è composto da una serie di strategie e tecniche per rendere visibile il vostro prodotto come aziende. E credetemi se vi dico che non importa quanto grandi voi siate, la strategia vi ripagherà sempre specialmente al giorno d’oggi.
Non siamo più nei tempi in cui su internet ci andava solo una fettina di persone: pensateci bene. Quando volete una informazione dove andate a cercarla? Su internet. E quindi perchè non commercializzare i vostri prodotti online? Perchè non avere un sito decente? In fondo quando vi presentate ai clienti mica ci andate in ciabatte no? E anche per questo motivo vi esorto a controllare la vostra reputazione online e il vostro rank. Infatti se non siete posizionati correttamente pur avendo un sito esteticamente decente e funzionalmente navigabile se non è indicizzato a dovere non vi troveranno mai. E cosa mi dite degli acquisti online? Avete la possibilità di far fare acquisti nel vostro sito? NO? Male! Se volete superare le sfide nei tempi attuali dovete dotarvi degli strumenti semplici per essere rintracciabili e acquistabili! Se vuoi saperne di più scrivimi.

Decreto Rilancio: dal turismo, passando per l’Editoria fino alla cultura, misure di sostegno in arrivo

L’innovazione digitale vi stressa? I tempi sono ormai maturi, le conoscenze anche ma ancora non avete il coraggio o la voglia di portare la vostra azienda, la vostra bottega, la vostra realtà nei nuovi tempi moderni. Queste sono le sfide di oggi, che anche a causa dei tempi che stiamo vivendo rende necessaria la vendita online sul nostro territorio con tempi e metodi appropriati. Le strategie giuste ci sono; approfittando del decreto Rilancio che pone un sostanzioso credito di imposta alle aziende che si adeguano a nuovi standard di innovazione, forse è giunto il momento di prendere in mano la situazione e fare dei piani strutturati senza sprechi, funzionali alla nuova era della sopravvivenza economica. #decretorilancio #finanziamento #campagnemarketing

Tralasciando alcuni , ma non meno importanti provvedimenti, mi preme sottolineare che questa tornata vengono sostenute le aziende che effettuano investimenti pubblicitari. Sotto forma di un credito di imposta pari al 75% del valore incrementale degli investimenti in campagne pubblicitarie su stampa periodica anche online e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali, il cui valore superi almeno 1%degli analoghi investimenti sugli stessi mezzi di informazione nell’anno precedente.

Con il decreto “Rilancio” si trovano interessanti sostegni alle economie normalmente meno sostenute. Infatti sulla G.U. n. 128 del 19.05.2020 ci sono specifiche misure che hanno come obiettivo quello di sostenere le imprese del turismo, della cultura e della editoria, vista l’emergenza del COVID-19 e i suoi nefasti riflessi.

Come potete ben pensare si tratta di una importante novità per il settore , visto che vi è la possibilità di veder incrementare tale credito di imposta fino al 90% qualora sia effettuato tale investimento da micro-imprese, PMI e start-up innnovative.

Per chi fosse interessato vi rimando ad un interessante articolo, dell’Avv. Leonardo Serra, che approfondisce su tutto il Decreto Rilancio le varie misure prese, consultabile liberamente sulla testata sempre molto aggiornata Altalex

Aggiornamenti dalla Fase 2

Come va la vostra FASE 2? O è la fase 3? Sentite io ho perso il conto con tutte queste fasi sono fuorifase io!

Io sono entrata a far parte di una azienda che si chiama Customer1st e sono molto orgogliosa di questo: mi piace il tipo di lavoro e mi piace il team con il quale lavoro.

E nel frattempo mando un bacio e abbraccio a tutti in particolare a mio figlio Lorenzo

divertitevi finché siete giovani!

Fase 2 Aggiornamenti

In questi giorni si è avviata la FASE 2 che sarebbe poter uscire nella propria Regione con Mascherina e Guanti… Molte attività hanno cominciato a fare servizio da asporto con il bandone chiuso… una desolazione per un ambiente così economicamente già depresso. La speranza di lavoro diventa come un fumo flebile anche per chi come me ha un robusto CV con varie esperienze professionali e con competenze IT importanti. Purtroppo si naviga a vista. Se dovessi riassumere uno stato d’animo è come essere in una bolla di paura e incertezza.

Per me che sono donna, disoccupata e separata è dura veramente reggere ma mi sprona molto l’esempio che voglio dare a mio figlio Lorenzo; anche lui a quasi 16 anni è un pò pessimista e credo che questo stato di cose se lo porterà dentro come un periodo molto cupo.

A livello politico sento molte parole ma guardando gli atti scritti ci si capisce poco sinceramente; in questo periodo la fanno franca i furbi sicuramente che scaltramente provano a trarre profitto in ogni caso.

Purtroppo la quarantena e il covid19 non insegnano niente a certa gente.

I LIBRI CI SALVERANNO

Nel momento sto scrivendo a getto e quindi spero mi si perdonerà delle inesattezze. vi prego VIVAMENTE di leggere il libro VIRUS del Dottor Burioni.

Quando si dice che un libro ci salva è questo il caso. In questo mirabile libro è spiegato il meccanismo di funzionamento delle diffusioni dei virus, le loro caratteristiche e i processi con cui è possibile disinnescare la bomba di una pandemia. E’ fondamentale sapere al giorno d’oggi.

Inoltre tale libro vi consente di devolvere i proventi alla Ricerca, se proprio odiate leggere per lo meno fatelo per questo!

diario di quarantena del 1 aprile

Stanotte ho fatto un sogno stupendo, per me, ovvero che incontravo mio figlio e in mezzo agli amici di sempre. Ovviamente incomincio come tutti a risentire dell’isolamento forzato da questo virus. Incomincio a comprendere il gatto e per questo almeno lui lo faccio andare nel prato a scorrazzare: beato lui. Come tanti genitori separati con provincie differenti di domicilio sto passando ciò che nessun genitore degno di questo nome vorrebbe: lontani dal proprio figlio in una emergenza sanitaria colossale. Credetemi se vi dico che un anno di terapie psicologiche per la separazione ora si rivelano una “mano santa” perchè credetemi forse non ce l’avrei fatta e sarei stata a piangere tutto il giorno. Non che non pianga; negare le emozioni è deleterio, tanto prima o poi si manifestano tanto più le comprimete tanto più emergono con veemenza. In questo momento la sofferenza generale, malati, contagiati, reclusi e in trincea: tutti coinvolti da queste emozioni che noi Umani non eravamo certo preparati ad affrontarle. Con il nostro sapere, le nostre tecnologie e le filosofie abbiamo perso ciò che ora ci viene imposto di riscoprire: la nostra natura. Una Natura che ci percuote con questo virus, che ci rende così fragili e impauriti. Ma come nella leggenda l’ultima a rimanere nel vaso di Pandora fu la speranza.

La speranza ci da la forza di andare avanti, cercare soluzioni innovative per i respiratori, per svoltare le giornate con la musica o con ciò che sappiamo fare semplicemente: il pane. Ognuno adesso porta virtualmente in piazza il proprio oro interno, la propria luce per dare speranza come può: coraggio!

Tonight I had a wonderful dream, for me, that I met my son and in the midst of my old friends. Obviously I begin like everyone to suffer from the forced isolation from this virus. I begin to understand the cat and for this reason at least I make him go to the lawn to run around: lucky him. Like so many separated parents with different provinces of residence, I am going through what no parent worthy of the name would like: away from their child in a colossal health emergency. Believe me if I tell you that a year of psychological therapies for separation now turn out to be a “holy hand” because believe me maybe I couldn’t have done it and I would have been crying all day. Not that I don’t cry; denying emotions is deleterious, the sooner or later they manifest themselves the more you compress them the more they emerge vehemently. At this moment the general suffering, sick, infected, imprisoned and in the trenches: all involved by these emotions that we Humans were certainly not prepared to face them. With our knowledge, our technologies and philosophies we have lost what we are now forced to rediscover: our nature. A Nature that strikes us with this virus, which makes us so fragile and afraid. But as in legend, the last to remain in Pandora’s box was hope.

Hope gives us the strength to go on, to look for innovative solutions for respirators, to turn the days with music or with what we simply know how to do: bread. Everyone now virtually brings his own internal gold, his light to give hope as he can: courage!